Emozioni Branded

Il potere curativo delle emozioni

Per cinquant’anni dopo la scoperta della struttura del DNA e dei suo meccanismi di replicazione si è pensato che il segreto della vita fosse nei geni e che decifrandoli si sarebbe compreso come contrastare malattie e tumori.
Dal 2000, con la mappatura del genoma umano, si è capito invece che i 25mila geni di cui disponiamo possiedono milioni di “interruttori” che vengono premuti o meno dall’ambiente a cui la cellula è esposta.

Infatti secondo una ricerca pubblicata su Science nel 2002 (Willet Walter C. Balancing life style and Genomics Research for Desease Prevention) meno del 2% delle malattie originano da un gene difettoso, e solo il 5% dei tumori e delle patologie cardiache ha carattere ereditario.

Niente più scuse dunque, “il cancro non ha una sola causa ma è una malattia cronica correlata a numerosi fattori (alimentazione, attività fisica, inquinamento ma anche lo stato mentale), proprio come una pianta che per svilupparsi e crescere ha bisogno di una composizione del terreno favorevole” precisa Christian Boukaram, oncologo e professore universitario di neurologia a Montreal (Canada).

In questo articolo si vuole analizzare in modo particolare l’effetto delle emozioni sul corpo, una realtà che la scienza solo oggi comincia a considerare: il rilascio di neuropeptidi, ormoni e altre sostanze (stimolate dalle convinzioni personali e dai pensieri) modificano infatti lo stato di espressione dei nostri geni.

Ma come mantenere l’equilibrio tra la parte fisica, emotiva e spirituale? “Il presupposto dell’oncologia integrativa è proprio questo: considerare la persona secondo un modello bio-psico-sociale nel quale ogni parte interagisce con l’altra al fine di ritrovare un equilibro perfetto definito omeostasi” puntualizza Boukaram che si fa sostenitore dell’approccio multidisciplinare alle terapie anti-cancro. Ad esempio i risultati preliminari di una ricerca coordinata dall’Istituto superiore di sanità, in collaborazione con l’Istituto tumori Regina Elena di Roma e L’Istituto europeo di oncologia indicano una correlazione tra isolamento sociale, stress e cancro al seno. Anche perchè questa situazione induce a cattive abitudini (fumo e alcol, dieta sregolata e cattiva qualità del sonno) che sono cause indirette di malattia.

“L’adrenalina [che viene sprigionata in condizioni di stress] porta alla lunga a indebolire il sistema immunitario e a determinare uno stato infiammatorio che la psiconeuroimmunologia definisce ‘cambiamento allostatico’, che può interagire direttamente con il DNA” spiega Christian Boukaram. Ma se siamo in grado di indurre mutazioni pericolose, siamo anche in grado di ripararle. Le emozioni sono soltanto un segnale e vanno di fatto ascoltate.

La gioia di vivere è dunque profondamente connessa con la nostra salute, e va costruita quotidianamente. Ecco alcuni consigli che possono aiutare a mantenere e ritrovare il buon equilibrio del triangolo corpo-emozioni-spirito:

  • Salute emotiva: ascoltare buona musica, dedicarsi ad attività artistiche o creative, esporsi alla luce del sole e sopratutto intensificare le interazioni con le persone che amiamo e ci apprezzano. E non dimenticatevi di sorridere! La risata rinforza le cellule immunitarie che contrastano il cancro.
  • Salute fisica: l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, a base vegetale e connessa all’esercizio fisico. Rispettare i ritmi, concedersi le giuste ore di sonno, respirare e ascoltare i segnali che il corpo ci invia (fame, stanchezza, dolore). Se avete sintomi fisici o depressivi la massoterapia può rivelarsi davvero utile.
  • Salute spirituale: vivere a pieno la spontaneità, la creatività e l’amore del presente. Abbandonare l’ego. Questo stato mentale stimola la parte destra del cervello, spesso sottosviluppata a causa delle pressioni sociali che ci inducono a utilizzare la parte sinistra (quella responsabile dell’ordine, della pianificazione, del metodo logico). Dunque riconnettersi all’universo passando del tempo nella natura, spezzare la monotonia e meditare. E’ proprio nella parte destra che è racchiusa quella intelligenza innata che Boukaram definisce “potere di autoguarigione naturale a cui non siamo stati abituati a credere che può aiutarci a guarire”: proprio la forza di credere che la guarigione è possibile.

tratto dall’articolo “Il potere curativo delle emozioni” della rivista Vita&Salute edizione di Febbraio 2015, di Rita Spàngaro


 

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Share This

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi