Alcol Vino Branded

La fine del mito del vino rosso

Siamo cresciuti con il tormentone che il vino rosso fa bene al cuore, “fa buon sangue”. Noi di Vita&Salute ci siamo battuti da anni, con dati alla mano, per dire che non era vero. E avevamo ragione.

Recentemente è venuto fuori che il padre di questa presunta scoperta, cioè che il vino rosso fa bene alla salute, Dipak Das, docente di chirurgia divenuto direttore del Cardiovascular Research Center della University of Connecticut proprio grazie ai suoi studi sugli effetti benefici del resveratrolo – la principale molecola antiossidante del vino rosso – ha inventato questi dati ed esperimenti.

Non solo, è di non moto tempo fa un’importante decisione presa dal Governo della Gran Bretagna di dichiarare pubblicamente che vino, birra e altri alcolici non portano benefici e che non c’è una dose sicura, senza rischi. Se si vuole fare prevenzione, è meglio non bere. La signora Sally Davies, consigliere in materia di salute dell’esecutivo, ha messo nero su bianco tutte queste evidenze, peraltro note da tempo alla comunità scientifica. In più, viene consigliato di astenersi dal consumo di alcolici almeno due giorni a settimana “in modo che il fegato possa rigenerarsi”, mentre le donne in gravidanza dovrebbero astenersene completamente. Fine di un mito?

di Ennio Battista

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi