Acqua Auto

L’automobile ad acqua. Un bluff!

E se l’auto andasse ad acqua?

Sarebbe bello metterne un po’ nel serbatoio al posto della benzina, che in Italia è la più alta d’Europa.
E non ci sarebbe più inquinamento nelle città.
Tutto sembrava possibile quando lo scorso giugno “Reuters”, una delle più importanti agenzie di stampa, ha lanciato una notizia a prima vista sensazionale: era stata realizzata un’autovettura alimentata ad acqua (del rubinetto, piovana e anche di mare). E c’erano anche i dettagli tecnici. Si tratterebbe di una microcar capace di percorrere circa 80 Km con un litro d’acqua minerale.

Tutto bene? No. Le verifiche effettuate hanno mostrato che l’auto, costruita dalla giapponese Genepax, impiega come carburante l’idrogeno che si ricava dalla scissione delle molecole di acqua. Peccato che per separare le molecole di idrogeno e ossigeno occorra tantissima energia, più di quella che si produce; quindi, il rendimento è basso.
Ecogeek.org, un’autorità in materia, ha più volte segnalato la falsità di queste notizie, lanciando il sospetto che farle circolare ha un solo scopo: recuperare fondi per pseudo ricerche. Non a caso, l’auto non è stata ancora brevettata.

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi