Memo Branded

Per la memoria, mangia il pesce che è ricco di fosforo. O no?

Quando si parla di cibi utili per la memoria, il pensiero di tutti va al pesce. E c’è una ragione. Ce lo siamo sentiti ripetere tante volte dal nostro medico: “Vuoi accrescere la memoria? Allora mangia il pesce che è ricco di fosforo.

Vero o falso? In realtà, oggi la scienza ha evidenziato che non corrisponde al vero. Dal punto di vista nutrizionale, l’assunzione di fosforo, il cui fabbisogno giornaliero è attestato intorno ai 1 g, garantirebbe non pochi benefici, tra cui una sana formazione delle ossa e dei denti e una migliore digestione. Punto.

E che il fosforo c’entri poco con la memoria lo conferma una ricerca della facoltà di medicina dell’università di Pittsburgh (Pennsylvania, Usa) secondo la quale il pesce è sì da annoverare tra i migliori cibi per la memoria, ma non per il contenuto di fosforo, bensì per la quantità di grassi essenziali omega-3 presenti nelle sue carni. Un ribaltamento completo. I risultati finali di questa ricerca, pubblicati online sull’American Journal of Preventive Medicine, affermano, inoltre, che consumare il pesce con regolarità sviluppa maggiori volumi di materia grigia cerebrale nelle aree del cervello responsabili della memoria (4,3%) e della cognizione (14%).

 di Massimo Ilari

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi