Cervellobranded Piccola

Sfruttiamo solo il 10% del cervello?

di Massimo Ilari

C’è un’idea dura a morire, ed è quella che l’essere umano impieghi solo un decimo delle proprie facoltà mentali e che di contro abbia a disposizione una larghissima e inesplorata riserva di neuroni che siamo incapaci di adoperare.

Una bislacca credenza attribuita allo psicologo William James, a sentire il quale una persona media “è in grado di sviluppare solo il 10% della sua abilità mentale”. In realtà, James, nei suoi studi, fa riferimento a una vaga energia mentale latente. Altri hanno tirato in ballo sua maestà Einstein. Tutto ciò, d’altronde, è assai ben radicato anche nelle informazioni di diversi commentatori scientifici sui media e lo dimostrano alcuni sondaggi condotti in Gran Bretagna e Stati Uniti. Che dicono? Che la maggior parte delle persone pensa che si tratti di un’idea super scientifica e supportata dalla scienza. Non a caso, i più ritengono che potremmo imparare molte più cose, se solo ci applicassimo nel modo adeguato. Fantasie? No, una bufala in piena regola. Perché diverse ricerche dei neuroscienziati hanno mostrato che ogni più piccolo danno cerebrale, come si può misurare nelle persone colpite da ictus, può determinare considerevoli perdite di funzioni. E la visualizzazione del cervello con le tecniche di brain imaging non evidenzia aree “dormienti” o non impiegate.


Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

 

This Post Has 3 Comments
  1. Oltre alle bufale concernenti la salute, sarebbe interessante la trattazione delle delle bufale della filosofia esempio “Dio esiste”.

    1. Buon giorno Marzio,
      Grazie per il tuo suggerimento!
      Sicuramente sarebbe un argomento interessante, ma la nostra attività divulgativa è specializzata in temi che riguardano la salute!
      A risentirla presto,
      Lo staff di vitaesalute.net

    2. Volevo fare i complimenti sull’articolo. Anche se penso che possiamo imparare ancora molto sullo studio del cervello..
      Scusate se rispondo a Marzio, ma la più grande bufala è “Dio non esiste” non l’incontrario.
      Pove portate a supporto dell’inesistenza: zero.

      Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi