skip to Main Content
Allattare Fa Bene

Allattare fa bene

E’ un nutrimento fondamentale per il neonato. Ma ancora troppe donne smettono presto di dare il latte. In più, le ultime ricerche rivelano che anche loro ci guadagnano in salute

Il 90% delle donne allatta al seno il proprio figlio nei suoi primi giorni di vita. Ma già a 4 mesi, la percentuale cala al 31%, per poi crollare al 10% per chi allatta al seno il proprio piccolo fino al 6° mese.

Eppure l’allattamento è una vera e propria manna, per mamma e neonato: lo studio Idefix condotto in 8 paesi europei ha evidenziato come l’allatamento esclusivo al seno fino al 6°mese sia protettivo per il bebè nei confronti dello sviluppo di:

  • Obesità fra i 2 e i 9 anni
  • malattie allergiche (asma allergico fra i 5 e 18 anni, eczema sotto i 2 anni, rinite allergica sotto i 5 anni)

.. mentre per la madre risulta protettivo per il rischio di cancro al seno (l’incidenza si riduce del 4% per ogni anno di lattazione) e all’ovaio (ridotto del 24%).
Ma i benefici per la madre non finiscono qui:

  • Equilibrio metabolico migliorato e ridotto rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.
    Lo conferma una ricerca durata 20 anni di Kaiser Permanente (e poi pubblicata su Diabets di qualche anno fa) basata sull’osservazione di 704 donne: chi aveva allattato per almeno 9 mesi poteva vantare un rischio ridotto di sviluppare disturbi metabolici (tra il 39 e il 56%) e diabete (dell’86%).
  • Riduzione della metà del rischio di incidenza di depressione post-partum, effetto protettivo che si ipotizza sia legato alla cascata ormonale e neurotrasmettitoriale attivata dalla lattazione.
  • Velocizza il recupero del peso corporeo.

Inoltre il latte materno, ha caratteristiche davvero sorprendenti: esso prepara allo svezzamento perchè carico di sapori riflessi dell’alimentazione della madre, abituando il bebè alla varietà di gusti di cui farà esperienza più tardi.

Ma sopratutto il latte materno pare abbia la capacità di conformarsi alle necessità nutritive del bambino utilizzando un singolare meccanismo: attraverso il contatto con la saliva del bambino, la ghiandola mammaria contenuta nel capezzolo (grazie a dei recettori) è in grado di “leggere” segnali particolari sullo stato immunitario del piccolo.
Così se i recettori rilevano la presenza di agenti patogeni, inducono il corpo della madre a produrre anticorpi per combatterli. Questo raffinato sistema adattativo, che modifica la composizione immunologica del latte materno, è collegato alla presenza di cellule staminali in grado di formare più di 200 diversi tipi di cellule.

L’allattamento, tuttavia, non deve essere considerato un gesto scontato, nemmeno “automatico”.
Infatti un editoriale della prestigiosa rivista Lancet ha focalizzato come ostacolo all’allattamento il livello d’istruzione, la volontà materna, lo status lavorativo, emotivo e di salute.
E’ dunque fondamentale, nell’attuazione del proposito di alimentare il proprio bambino con latte materno, il supporto del personale sanitario, sia prima del parto (con le informazioni veicolate durante i corsi di preparazione) che subito dopo (facilitando il contatto precoce tra mamma e bambino già in sala parto e nelle prime ore di vita).

tratto dall’articolo “Allattare fa bene” della rivista Vita&Salute edizione di Gennaio 2016, di Johann Rossi Mason


Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This
Back To Top

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi