skip to Main Content
Disturbi Dell’umore E Alimentari: L’alimentazione Come Cura

Disturbi dell’umore e alimentari: l’alimentazione come cura

Siamo quello che mangiamo, ma oggi più che mai la il cibo con il suo contenuto di micro e macro nutrienti viene considerato lo strumento per un nuovo approccio alla psichiatria: “food for mood”, cibo per l’umore.
Insomma, anche i più comuni disturbi mentali potrebbero essere prevenuti a tavola.

Le terapie disponibili per le malattie mentali sono numerose, ma la loro incidenza continua a crescere. Nel 2020 ad esempio si calcola che la depressione sarà la maggior causa di disabilità, dopo le malattie cardiovascolari. Ad oggi è la malattia con maggiore incidenza nel mondo ed è al primo posto nei paesi occidentali con 30,3 milioni di cittadini europei colpiti. In Italia ne è affetta il 12,5% della popolazione assistibile, circa 7,5 milioni di persone.

Ma lo spettro delle malattie dell’umore e delle psicosi è ben più ampio e si stanno diffondendo in maniera epidemica anche nei paesi in via di sviluppo.

I cambiamenti sociali dell’ultimo secolo hanno creato infatti squilibri e una necessità di adattamento non semplice: nuove condizioni esistenziali, sociali, economiche, la perdita degli stili di vita tradizionali a favore di elementi malsani e stressanti hanno in qualche modo favorito il disagio diffuso che nei soggetti più fragili o predisposti determina la rottura di un equilibrio e quindi l’insorgenza di una patologia.

Certo è che una cattiva nutrizione (troppo ricca di zuccheri e grassi e povera di nutrienti), particolarmente diffusa negli adolescenti, aumenta dell’80% il rischio di soffrire di depressione e del 50% di disturbi alimentari. La mancanza di nutrienti nelle fasi cruciali dell’età evolutiva e dello sviluppo ha conseguenze a lungo termine ed è implicata nell’insorgenza di disturbi sia depressivi che psicotici. Già nel 2003 lo studio Predimed ha mostrato un rischi diminuito di soffrire di episodi depressivi nel gruppo di persone che seguiva una dieta di stampo mediterraneo (cibi freschi, semi oleosi e frutta secca).
Si stanno studiando dunque elementi che possano fare bene al cervello (un organo di 300g che consuma il 20% delle energie introdotte producendo 70 mila pensieri al giorno e determinando la nostra identità) e vengano considerati essenziali per il suo corretto funzionamento: essenziali le vitamine del gruppo B, la D, ma anche aminoacidi e grassi.

L’umore influenza le scelte alimentari, e il cibo influenza l’umore, ecco quindi gli elementi fondamentali che influiscono sul nostro benessere mentale e sul funzionamento cognitivo:

  • I famosi acidi grassi Omega 3 contenuti nel pesce, ma anche semi di lino e noci e già alleati della salute del cuore,
  • L’S-adenosin metionina (SAMe), composti chimici sulfuri presenti naturalmente nell’organismo umano che hanno un importante ruolo nel metabolismo dei neurotrasmettitori: sono disponibili in farmaco, e hanno meno effetti collaterali rispetto ai farmaci antidepressivi tradizionali.
  • Selenio, contenuto nel pesce (come il tonno) e nei cereali e vegetali che lo estraggono dal terreno.
  • L‘N-acetil cisteina, un aminoacido presente nei latticini, germe di grano e fiocchi d’avena.
  • Zinco, coinvolto nella nascita e crescita dei neuroni, più le vitamine B e D.

Per l’analisi dettagliata di questi componenti clicca qui per accedere all’articolo successivo

tratto dall’articolo “Cibo per il mal di vivere” della rivista Vita&Salute edizione di Marzo 2016, di Johann Rossi Mason


Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This
Back To Top

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi