skip to Main Content
Facciamo In Fretta. Mangiamo Più Naturale!

Facciamo in fretta. Mangiamo più naturale!

Se è ormai diffusa l’idea dell’importanza di fare scelte salutari a tavola, solo di recente è cresciuta la consapevolezza che gli alimenti e le bevande che produciamo, scegliamo e consumiamo possono avere un forte impatto sull’ambiente. Ma bisogna fare in fretta. Secondo uno studio condotto dal dottor Malik Falkenmark e dei suoi colleghi dello Stockholm International Water Institute, è arrivata l’ora di cambiare modello alimentare. L’équipe di Falkenmark fa presente che ricaviamo il 20% delle proteine necessarie al nostro fabbisogno da prodotti derivati dagli animali, che si tratti di carne o latticini. Occorre ridurre la percentuale al 5% o forse anche a meno entro il 2050, se vorremo evitare carestie e conflitti causati dalla scarsità di cibo.

Uno dei più grossi problemi è legato all’acqua. E’ sicuramente un bene più prezioso del petrolio per la sopravvivenza della nostra specie. Se continuano gli attuali livelli di consumo fra meno di quarant’anni l’acqua non sarà sufficiente per produrre gli alimenti necessari a 9 miliardi di terrestri. Continuando nella produzione esagerata di proteine animali si consuma da cinque a dieci volte più acqua di quella che si usa per i cibi che costituiscono la base di un’alimentazione vegetariana-vegana.

In parole povere, modificando lo stile alimentare si impiegherebbe meno acqua. E c’è dell’altro. Ancora oggi un terzo delle terre arabili del pianeta sono destinate alla crescita di sementi e raccolti che poi finiscono nell’alimentazione degli animali da allevamento.

Non ce ne vogliano gli amanti della “bistecca alla fiorentina”, ma è sempre più chiaro che per dare un futuro al Pianeta entro il 2050 sarà una necessità l’aumento evidente di amanti delle proteine vegetali.

Di Massimo Ilari

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This
Back To Top

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi