skip to Main Content
L’animale è Come Una Macchina Mangia-pianeta

L’animale è come una macchina mangia-pianeta

La produzione di bestiame brucia una valanga di risorse. Un terzo del frumento prodotto nel mondo finisce in alimentazione bovina. Proviamo un attimo a pensare se i cinesi si mettessero a consumare carne ai nostri ritmi: che ne sarebbe dell’ambiente? D’obbligo ascoltare l’appello lanciato dalla Fao a partire dal 2006: “Su 6 miliardi di esseri umani solo poche centinaia di milioni hanno accesso alle proteine della carne, mentre le terre ancora disponibili per allevare qualsiasi tipo di bestiame sono pochissime e le più grosse estensioni si trovano in Argentina e Russia. Come sottacere, poi, che sono 1.300 i chili di derivati del grano consumati da un vitellone per arrivare a 475 kg di peso”. Altri dati derivanti da studi Fao: il 6% delle foreste va in fumo per far posto ai pascoli; il 18% dell’effetto serra è causato dal metano legato agli allevamenti.

In definitiva, gli allevamenti animali sono fabbriche di proteine alla rovescia. Le quantità di mangimi che finiscono agli animali sono assai maggiori rispetto a quanto producono. L’animale, ormai, è trattato come una macchina, per lo più inefficiente. Per 1 kg di carne ci vogliono 15 kg di vegetali, in alcuni casi; in altri il rapporto è di 1 a 30. Ciò vuol dire sprechi di energia, acqua, deiezioni animali, loro smaltimento e tanto altro.

Tra i cibi proteici le carni rosse sono considerate quelle a maggiore impatto ambientale. Una ricerca condotta da due ricercatori olandesi, e pubblicata su Livestock Science, ha incrociato i risultati di 16 studi su cinque prodotti alimentari provenienti dall’allevamento di animali da reddito: carne di maiale, pollo, manzo, latte e uova. La conclusione dei vari studi sull’impatto ambientale (ovvero, la quantità di terreno ed energia necessaria oltre alle emissioni di gas serra) è stata che la produzione di un kg di proteine di carne di manzo richiede più terra e più energia, e produce maggiori quantità di gas serra.

Di Massimo Ilari

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This
Back To Top

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi