skip to Main Content
Il Latte Vaccino: Come Sostituirlo

Il latte vaccino: come sostituirlo

Per molti bambini e per numerosi adulti il consumo del latte vaccino è spesso causa di fenomeni di intolleranza o di vera e propria allergia.
Studi recenti consentono di affermare che l’eccessivo consumo di latte e dei suoi derivati (o semplicemente la sua introduzione troppo precoce nell’alimentazione del bambino piccolo, al di sotto dell’anno di età) può favorire, nei soggetti predisposti, l’arteriosclerosi, l’insufficienza renale e altre malattie metaboliche come il diabete.
Nel nostro paese la popolazione interessata dall’intolleranza al latte vaccino oscilla, a seconda dell’età, dal 30 al 70 per cento. Nessuna meraviglia, quindi, se da molti anni sono disponibili sul mercato alimenti vegetali (definiti per legge «bevande ricavate da…», ma nel linguaggio comune denominati come «latte») preparati con semi di diversa natura. I più comuni sono a base di riso, soia e mandorla. Di più recente reperibilità sono i prodotti ricavati dall’avena o da semi oleosi meno comuni come gli anacardi.
Non mancano in commercio anche alimenti a base di queste bevande come «yogurt» (di soia, di riso), biscotti senza latte vaccino, ecc. Tutto questo facilita ovviamente la realizzazione di diete adatte per chi ha intolleranze e allergie, ma è utile anche per chi desidera adottare uno stile alimentare (la dieta vegana) che non preveda, per motivi etici, il consumo di alimenti di origine animale. 

Il latte di soia
È quello di più antica tradizione ed è anche il latte vegetale il cui contenuto proteico è molto simile (in quantità e qualità) a quello del latte vaccino. La composizione in aminoacidi essenziali di queste proteine è molto vicina a quella delle proteine di origine animale. Si tratta quindi di un alimento interessante per chi deve adottare una dieta con ridotto apporto di alimenti animali e, nel contempo, voglia consumare proteine di ottima qualità.
Proprietà:

  • La maggior parte dei grassi del latte di soia sono di tipo insaturo e svolgono un importante ruolo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e nella riduzione dei processi infiammatori cronici.
  • Il colesterolo è completamente assente e questo conferma l’utilità del latte di soia nell’alimentazione di chi è predisposto all’arteriosclerosi e al diabete.
  • Nel latte di soia, infine, è particolarmente interessante il contenuto di ferro (40 mg/l), quattro volte superiore a quello reperibile nel latte vaccino. Si trovano in commercio preparazioni addizionate con calcio che possono essere utili in casi particolari (malassorbimento intestinale, demineralizzazione, ecc.).

È evidente che il latte di soia (come tutti i prodotti derivati da questa leguminosa) deve essere di produzione biologica. Diversamente, è molto probabile che la materia prima sia geneticamente modificata(ogm)

Il latte di riso.Lo si ricava industrialmente dal riso integrale con un procedimento di maltizzazione (iniziale germinazione del cereale che, in pratica, avvia una parziale digestione dell’amido contenuto nel chicco) e la successiva cottura. Segue poi una opportuna filtrazione per permettere l’allontanamento delle scorie e ottenere un liquido bianco e molto dolce (contiene naturalmente circa 100 g/litro di zuccheri semplici facilmente digeribili) con caratteristiche molto interessanti. Per migliorarne le proprietà nutrizionali, nei prodotti in commercio è anche aggiunta una piccola quantità di olio vegetale. In etichetta è dunque leggibile questo semplice elenco di ingredienti: acqua, riso integrale biologico 17 per cento, olio di girasole spremuto a freddo, sale marino integrale.
Proprietà:

  • Le caratteristiche di questo alimento, a differenza del latte di soia appena descritto, sono compatibili anche con le caratteristiche digestive e nutrizionali del lattante.
  • I lipidi contenuti in questo alimento (7 g/l) sono per l’80 per cento insaturi, con una netta prevalenza (70 per cento) dei grassi polinsaturi (soprattutto acido linolenico e acido linoleico), indispensabili per il corretto sviluppo dell’organismo e per il mantenimento delle strutture cellulari e nervose.
  • La sua elevata digeribilità lo rende adatto non solo per l’alimentazione dei bambini (vedi box), ma anche degli adulti, specialmente nei casi di infiammazione dell’apparato digerente (colite, colite ulcerosa, morbo di Crohn, ecc.). 

Il latte di avena
Questo alimento deriva da un procedimento simile a quello con il quale si produce il latte di riso.
Gli ingredienti dei più diffusi prodotti in commercio sono acqua, 10 per cento di avena integrale e olio di girasole spremuto a freddo. È un ottimo sostituto del latte e può essere consumato al naturale o usato in cucina per la preparazione di piatti dolci e salati.
Proprietà:

  • Non contiene lattosio e colesterolo e per questo (considerando anche che l’avena è un cereale in grado di abbassare il livello di colesterolo-Ldl) è un alimento indicato soprattutto per chi è predisposto all’arteriosclerosi e alle patologie cardiovascolari.

Latte di mandorla
Ecco un altro alimento dal gusto delizioso (probabilmente il migliore in assoluto) e di lunghissima tradizione, specialmente nelle nostre regioni meridionali. Pur non potendo sostituire integralmente i prodotti specifici per i bambini di età inferiore ai 12 mesi, può essere molto utile per arricchire l’alimentazione del lattante nutrito con latte adattato e anche dopo lo svezzamento.
Proprietà:

  • >Il latte di mandorle è ricco di acidi grassi polinsaturi, di sostanze antiossidanti, estremamente utili per la prevenzione cardiovascolare. Da notare anche il buon contenuto di calcio, magnesio, fibre e vitamina E.

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Share This
Back To Top

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi