skip to Main Content
Piatti In Festa

Piatti in festa

In questo periodo di feste possiamo concederci qualche piccola eccezione a tavola senza scendere necessariamente a troppi compromessi con la salute.
Vi proponiamo di seguito un menù vegetariano completo che va dall’antipasto al dolce.

Antipasto

Spinaci inebrianti
Ecco una portata che può aprire le “danze” o può accompagnare un secondo. Serve a predisporre il sistema digerente ad accogliere il cibo e facilitare la digestione.

400 g di spinaci
50 g di noci
50 g di pinoli
due pere
olio extravergine d’oliva ligure
sale marino integrale
aceto di mele

Pulire gli spinaci, lavarli accuratamente e, dopo averli fatti scolare, porli in un’insalatiera. A questo punto aggiungere le noci, i pinoli e le pere tagliate a dadini. Condire con olio, aceto di mele e salare secondo i gusti.

Primo piatto

Tagliolini con zucca e radicchio
al profumo di tartufo

320 g di fettuccine
800 g di zucca gialla
4 foglie di radicchio
1 cipolla
tartufo nero in scaglie
olio extravergine d’oliva

Mondare e lavare zucca e cipolla e  affettarle a dadini. Prendere una padella e  riscaldare un paio di cucchiai di olio, poi versare la cipolla sminuzzata. Dopo un paio di minuti  versare la zucca e aggiungere subito un bicchiere di acqua o dell’aceto di mele.
cuocere fino a far raggiungere alla zucca una consistenza morbida. Aggiungere le 4 foglie di radicchio trevigiano tagliate a pezzettini  e farle cuocere fino a quando risultino sufficientemente appassite. Una volta cotte e scolate le fettuccine, versarle nella padella e mantecare. Infine, nei piatti di portata, tagliare delle scaglie di tartufo nero, secondo i gusti.

Contorno

Carciofi ripieni con pane, pecorino e aceto balsamico
Il carciofo è un ortaggio che accompagna i pasti natalizi a ogni latitudine. Proponiamo una preparazione particolarmente gradita ai vegetariani.

4 carciofi
2 spicchi di aglio
mollica di pane
1 uovo
80 g di pecorino
noce moscata
aceto di mele
olio evo

Mondare i carciofi delle foglie più dure e  privarli del gambo. Cuocere i carciofi  in una pentola con la parte dove era presente il gambo posta in basso; aggiungere acqua, olio, aceto di mele, aglio a fare bollire, a fuoco lento. Dopo circa 10 minuti capovolgere i carciofi con la cima in basso e proseguire per altri 10 minuti. Scolare bene e lasciar raffreddare in un piatto fino a quando non saranno tiepidi. Mentre i carciofi si raffreddano, preparare un impasto di mollica di pane (prima deve essere bagnato, poi ammollato e successivamente strizzato per rimuovere l’acqua), pecorino grattugiato, noce moscata e uovo. Non appena l’impasto avrà raggiunto compattezza e omogeneità, riempire la parte centrale dei carciofi e porre in forno per una ventina di minuti. Servire subito dopo.

Secondo

Scaloppine di seitan speziate
400 g di seitan
6 cucchiai di latte di soia
1 bicchiere di brodo vegetale
curry in polvere
una cipolla
olio extravergine d’oliva
sale marino integrale q.b.

Affettare la cipolla e porla in una padella con un po’ d’olio. Tagliare il seitan a fettine e, non appena la cipolla inizierà leggermente a dorare, mettiamolo nella padella. Sfumare il tutto con brodo vegetale e, quando il seitan si sarà asciugato, incorporare il latte di soia, la farina di ceci, il curry e un pizzico di sale. Possiamo unire anche altre spezie a piacere.
Cuocere finché il sughetto della cottura non risulti amalgamato.

Lenticchie con salsicce vegan
200 g di lenticchie
250 g di salsiccia vegan
200 g di passata di pomodoro
500 ml di acqua
1 cipolla
1 peperoncino mediamente piccante o dolce
3 cucchiai di olio extra vergine
1 pizzico di sale
1 rametto di rosmarino

In una pentola capiente ponete i 3 cucchiai d’olio e scaldate, mettendo la cipolla affettata sino a quando non appassisce. A seguire le lenticchie lavate, il peperoncino, il sale e il rametto di rosmarino, rimestando 1 minuto.  Aggiungete l’acqua. Alzate la fiamma per avere l’ebollizione, coprite e abbassando la fiamma fate cuocere per 15 minuti. Inserite la passata di pomodoro e dopo 10 minuti la salsiccia vegan. Ricordate di rimuovere il coperchio per far evaporare del tutto l’acqua.

Dolce

Pan dolce genovese vegan
2 kg di farina integrale per dolci
100 g di lievito di birra
4 tazzine di caffè d’orzo
2 tazzine di olio extravergine d’oliva
250 g di miele di acacia
400 g di uva sultanina
400 g di cedro candito
400 g di pinoli
1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio
1 pizzico di sale

Sciogliere il lievito in un po’ d’acqua tiepida. All’interno di 200 g di farina a fontana versare il lievito sciolto. Formare un panetto impastando a fondo. Ricoprire con un panno e lasciar riposare per circa 12 ore, scegliendo un luogo dove la temperatura non sia né troppo calda né troppo fredda. È consigliabile compiere l’operazione verso le 18-19,00, per evitare di alzarsi durante le ore notturne. A lievitazione raggiunta aggiungere la farina rimanente, l’olio e gli altri ingredienti. Lavoriamo di nuovo il tutto aggiungendo, laddove fosse indispensabile, dell’acqua, per rendere l’amalgama omogenea. Finita l’operazione di impasto è giunto il momento di formare delle “pagnottine”, ponendole a lievitare a una temperatura abbastanza calda, avvolgendole con una coperta, come si faceva una volta. Se l’operazione si è chiusa alle 9 occorre aspettare sino alle 17,00: le
classiche 8 ore di lievitazione. Terminata la seconda lievitazione praticare dei tagli a triangolo sulla sommità delle pagnotte e subito dopo porle in forno, per circa 60 minuti, a una temperatura di 160°. Durante la cottura, pungere il dolce avvalendosi di uno stecchino, se uscirà pulito tutto sta andando per il meglio. A fine cottura togliamo i pandolci dal forno e facciamoli raffreddare, ponendoli sopra delle gratelle, per rimuovere l’eventuale presenza di umidità.

Di Massimo Ilari

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This
Back To Top

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi