skip to Main Content
I Segreti Per Un Pizza Più Sana E Digeribile

I segreti per un pizza più sana e digeribile

Nel precedente articolo abbiamo visto come, in certe condizioni e combinazioni, gli ingredienti della pizza possono diventare causa di problemi digestivi e nutrizionali. Scopriamo dunque i segreti per evitarli!

Come distinguere una buona pizza?

Quando la prepariamo in casa è più facile tenere d’occhio ingredienti, proporzioni e accostamenti. In pizzeria non lo è altrettanto, ma non è tuttavia il caso di rinunciare al piacere di una pizza in compagnia, di tanto in tanto. Ecco innanzitutto alcuni consigli dell’Accademia dei pizzaioli.

Materie prime. Se sono fresche e buone hanno più sapore. Parrà banale dirlo, ma le farine non devono avere gusto stantio e la salsa “sapere di frigo”, nella mozzarella si deve sentire il latte e nell’olio aromi fruttati.

Cottura. La pasta non deve essere gommosa. Tagliandola, si devono vedere alveoli belli tondi e non gallerie (segno di cattiva lievitazione e garanzia di una cattiva digestione). L’interno non deve presentare parti umide. All’esterno poche bolle (se sono tante, la lievitazione non è adeguata). E niente bruciature!

Gusto. Ci deve essere un perfetto bilanciamento tra gli ingredienti, i cui sapori devono essere riconoscibili ma fusi tra loro.

Il decalogo della buona pizza

  1. Preferite impasti con farine integrali a lunga lievitazione, guarniti con ingredienti di prima qualità.
  2. Fate precedere la pizza da insalata cruda condita con limone (digestivo e antiossidante).
  3. Guarnitela con abbondanti verdure cotte di stagione: anche le fibre favoriscono la digestione!
  4. Ordinate la pizza baby. Se non è possibile, si può scegliere di dividerla con un’altra persona o portare a casa gli avanzi
  5. Se preferite, aggiungete una fonte proteica (fagioli o altri legumi) per diminuire il rialzo glicemico.
  6. Preferite l’uso di olio a crudo, più digeribile.
  7. Ordinate acqua leggermente frizzante o naturale con uno spicchio di limone.
  8. Masticate bene.
  9. Scartate le bruciature evidenti.
  10. Godetevi il pasto senza sensi di colpa: la pizza è anche convivialità. E per digerire, dopo, una bella passeggiata!

Giuliana Lomazzi

Nel precedente articolo abbiamo parlato delle cause dei problemi digestivi e nutrizionali legati che la pizza può provocare

 

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This
Back To Top

Per consentirti la migliore esperienza di navigazione, abbiamo configurato il nostro sito internet in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi